To the top button

Aiuto ai bambini vittime della guerra e stop ai bambini soldato.

La guerra, i conflitti armati, persecuzioni ed esodi hanno conseguenze gravose per le persone colpite, e causano spesso danni fisici e psicologici imprevedibili. Migliaia di bambini perdono i loro genitori nella guerra civile, sono stati e vengono reclutati come bambini soldato o hanno subito traumi per l’enormità delle violenze cui sono stati esposti, ad esempio nella Repubblica Centrafricana.

Famiglia africana con neonato.

La guerra, i conflitti armati, persecuzioni ed esodi hanno conseguenze gravose per le persone colpite, e causano spesso danni fisici e psicologici imprevedibili. Migliaia di bambini perdono i loro genitori nella guerra civile, sono stati e vengono reclutati come bambini soldato o hanno subito traumi per l’enormità delle violenze cui sono stati esposti, ad esempio nella Repubblica Centrafricana.

  • I bambini esposti a situazioni di guerra e conflitti hanno bisogno di una protezione particolare e di un’assistenza intensa.
  • SOS Villaggi dei Bambini è in grado di aiutare in modo diretto, efficiente e senza complicazioni bambini e famiglie in situazioni di grave emergenza grazie all’infrastruttura esistente e alla rete creata a livello locale nella maggior parte delle regioni del mondo.
  • I bambini esposti a situazioni di guerra e conflitti hanno bisogno di una protezione particolare e di un’assistenza intensa.
  • SOS Villaggi dei Bambini è in grado di aiutare in modo diretto, efficiente e senza complicazioni bambini e famiglie in situazioni di grave emergenza grazie all’infrastruttura esistente e alla rete creata a livello locale nella maggior parte delle regioni del mondo.

I bambini vittime della guerra hanno bisogno di un aiuto rapido

  • I programmi di aiuto d’emergenza SOS sono iniziative umanitarie svolte in modo tempestivo e senza complicanze burocratiche con le quali SOS Villaggi dei Bambini aiuta i gruppi di popolazione in difficoltà nelle zone colpite da guerre, crisi o catastrofi.
  • Con la creazione di aree sicure per bambini e madri – ad esempio in Siria o in Africa – il nostro aiuto d’emergenza protegge i bambini vittime della guerra.
  • Ci prendiamo cura della salute dei bambini e offriamo assistenza sanitaria a loro e alle famiglie.
  • Forniamo generi alimentari per neonati, pacchi con alimenti che possono essere consumati anche senza cottura, e consegniamo vestiti, pannolini e kit per l’igiene alle famiglie e ai bambini.
  • Inoltre, mettiamo a disposizione anche tende e servizi igienici portatili.
 

Donazione immediata

Il vostro aiuto giunge dove è richiesto. Garantito.

In media almeno l’80% delle devoluzioni pervenuteci vengono stanziate direttamente a favore dei bambini in stato di bisogno nel contesto dei nostri progetti globali.

La fondazione è insignita con il marchio di qualità Zewo e garantisce così l’impiego mirato, efficace e concreto delle vostre donazioni.

Maggiori informazioni
Progetti: 80 % Amministrazione: 8 % Raccolta fondi: 12 %

In media almeno l’80% delle devoluzioni pervenuteci vengono stanziate direttamente a favore dei bambini in stato di bisogno nel contesto dei nostri progetti globali.

La fondazione è insignita con il marchio di qualità Zewo e garantisce così l’impiego mirato, efficace e concreto delle vostre donazioni.

Maggiori informazioni
Quanti piccoli vengono reclutati come bambini soldato a livello globale?  

Nel mondo sono oltre 250’000 i bambini e le bambine che vengono utilizzati come soldati. “Il numero è tuttavia di gran lunga più alto se si considerano le cifre non ufficiali”, afferma Erika Dittli, responsabile programmi internazionali di SOS Villaggi dei Bambini Svizzera.

In quali territori figura particolarmente la presenza di bambini soldato?  

La situazione più grave si registra in Africa: nella Repubblica Centrafricana e nel Sudan del Sud il numero di bambini vittime di violenze è enorme. Soltanto durante la guerra civile nel Sudan del Sud, dal 2013 sono stati reclutati come soldati oltre 17’000 minori.

Come agisce SOS Villaggi dei Bambini per contrastare il fenomeno dei bambini soldato?  

Il 12 febbraio SOS Villaggi dei Bambini manifesta contro l’abuso dei bambini impiegati come soldati in occasione del cosiddetto Red Hand Day, che si tiene ogni anno in questa data. Con questa iniziativa, persone di tutto il mondo chiedono ai politici di esercitare e far valere la propria influenza affinché pongano fine a questa ignominiosa pratica che vede i bambini ridotti alla condizione di soldati.

Insieme ai collaboratori locali, SOS Villaggi dei Bambini si impegna a favore dei piccoli e ribadisce che il diritto internazionale vieta severamente il reclutamento di bambini nel contesto di conflitti armati: avvalersi di bambini è un crimine di guerra.

SOS Villaggi dei Bambini è operativa in Sudan dalla metà degli anni Settanta e sostiene famiglie e bambini in stato d’emergenza, spesso nel quadro delle condizioni più drammatiche.

Il nostro aiuto per bambini in difficoltà in cifre

Villaggi dei bambini SOS
Istituzioni per la gioventù SOS
Asili SOS
Scuole SOS Hermann Gmeiner
Centri sociali SOS
Centri medicali SOS
Programmi di aiuto d’emergenza SOS
in Oltre 130 paesi