To the top button

13.04.2022 Aiuto d'emergenza Tutti Africa Siccità e guerra civile : I bambini in Etiopia hanno bisogno di aiuto!

  • Categorie
  • Regione

Per la quarta volta, l’assenza di pioggia nel Corno d’Africa rischia di aumentare la carestia, questo l’allarme lanciato dal Programma alimentare mondiale (PAM) dell’ONU.

L’assenza di pioggia senza precedenti dell’ultimo inverno sta provocando una terribile carestia. Secondo le stime, già quasi 2,3 milioni di persone in Etiopia hanno bisogno di aiuti umanitari, tra cui numerosi bambini.

La situazione si sta facendo drammatica soprattutto nella parte meridionale dell’Etiopia a causa di una grave siccità. L’assenza di pioggia è particolarmente catastrofica per i pastori, che dipendono dagli animali per il proprio sostentamento. Milioni di animali sono già morti a causa della mancanza di alimenti e acqua. L’inflazione galoppante sta rendendo ancora più grave la carestia causata dalla siccità. Secondo il WFP, la dipendenza da importazioni dai paesi del Mar Nero, come l’Ucraina, non fa che peggiorare la situazione a causa dell’aumento dei prezzi. Ciò fa sì che il già basso reddito delle famiglie venga speso tutto per l’acquisto di generi alimentari. I bambini che hanno ripreso a frequentare la scuola nell’ultimo anno devono rimanere a casa perché mancano i soldi per le tasse scolastiche.

Da più di un anno in Etiopia imperversa la guerra civile, a cui si aggiungono distruzione, fuga e povertà. Nelle regioni colpite dalla guerra civile, Amhara, Afar e Tigrè, la situazione rimane critica. Interi villaggi sono stati distrutti, le scuole non sono più accessibili e i saccheggi caratterizzano la vita quotidiana della popolazione. Bambini e ragazzi hanno perso i genitori e la casa a causa della guerra. Questo porta a un aumento drammatico della fame, dell’abbandono e di bambini privi di figure di riferimento.

L’obiettivo primario di SOS Villaggi dei Bambini è quello di sostenere lo sviluppo sano dei bambini e il loro benessere, evitando la separazione delle famiglie e reagendo agli abusi, all’abbandono, allo sfruttamento e in generale alla violenza sui bambini. «Mentre l’attenzione del mondo si concentra sull’Ucraina, è importante che non ci dimentichiamo dell’Africa orientale e delle persone in Etiopia, continuando a salvare milioni di vite», dichiara Erika Dittli, responsabile programmi presso SOS Villaggi dei Bambini Svizzera.

 

Ecco come opera concretamente SOS Villaggi dei Bambini Svizzera:

  1. Assistenza umanitaria immediata per salvare vite
  2. Mantenimento di strutture di protezione per bambini privi di una persona di riferimento, che sono stati separati dai genitori o che rischiano di perdere le cure genitoriali
  3. Collaborazione con le organizzazioni locali per ripristinare e rafforzare il benessere dei bambini in difficoltà e delle loro famiglie
  4. Messa a disposizione di opportunità per lo sviluppo fisico, mentale, emotivo e sociale dei bambini

Aiuta ora sostenendo il nostro progetto di crowdfunding in Etiopia.

Responsabile del contenuto:

Cornelia Krämer

Come responsabile delle comunicazioni, lavoro ogni giorno per garantire che i bambini possano essere bambini, in qualsiasi parte del mondo crescano.

Informazioni sulla persona
indietro