To the top button

21.02.2020 Aiuto d'emergenza Attualità Tutti Africa Piaga delle locuste in Etiopia

  • Categorie
  • Regione

La più grave piaga delle locuste da decenni a questa parte sta mettendo in ginocchio l’Africa orientale e a rischio la vita di milioni di persone. Pertanto, SOS Villaggi dei Bambini lancia un appello ai fini degli aiuti d’emergenza.

Addis Abeba/Berna – Dall’inizio dell’anno, sciami fino a 150 milioni di locuste e 60 km di lunghezza imperversano sull’Africa orientale distruggendo interi raccolti. Gli insetti hanno già divorato 8,9 megatonnellate di vegetazione. “Stiamo vivendo la peggiore invasione di cavallette del deserto da 50 anni a questa parte, che sta arrecando danni di proporzioni mai viste finora”, comunica il ministero dell’agricoltura etiope.

SOS Villaggi dei Bambini reagisce

Il governo etiope ha già promesso i mezzi per lottare contro la piaga delle locuste, ma dipende dagli aiuti umanitari dei partner vista la gravità della crisi. SOS Villaggi dei Bambini si impegna attivamente in Etiopia dal 1974, dove oggi gestisce 7 villaggi SOS e 24 programmi di rafforzamento familiare a sostegno di nuclei vulnerabili. I villaggi SOS e i programmi di Adwa, Gode e Kelafo si trovano nell’area colpita dalla tragedia. “Negli scorsi anni abbiamo promosso progetti agricoli locali con molte famiglie di contadini per incrementare i loro redditi e anche alcuni villaggi SOS coltivano parte dei generi alimentari di cui poi si nutrono. Questi grandi passi avanti sono gravemente minacciati dalla piaga delle locuste”, illustra la direttrice dei programmi di SOS Villaggi dei Bambini Svizzera, Erika Dittli.

Grazie alla presenza locale pluriennale, l’ente è in grado di intervenire rapidamente e senza complicazioni burocratiche. Al fine di reperire i mezzi economici necessari per combattere l’invasione degli insetti, in questi giorni SOS Villaggi dei Bambini sta lanciando un appello in Svizzera finalizzato agli aiuti d’emergenza, volto a finanziare le seguenti misure:

  • acquisto e predisposizione di insetticidi;
  • acquisto e predisposizione di pacchetti contenenti generi alimentari, nonché sementi d’emergenza;
  • provvedimenti di mobilitazione e sensibilizzazione nelle comunità;
  • sostegno finanziario e personale in vista delle ripercussioni.

La minaccia della carestia

La piaga mette in ginocchio l’Etiopia in un momento in cui il paese deve ancora fronteggiare le ripercussioni del periodo prolungato di siccità. Oltre 8,5 milioni di persone dipendono dagli aiuti umanitari. “Se non riusciamo a tenere sotto controllo la piaga delle locuste, la situazione peggiorerà ulteriormente”, spiega Azemeraw Bekele, coordinatore degli aiuti d’emergenza di SOS Villaggi dei Bambini in Etiopia. In un paese dove l’85% della popolazione vive di agricoltura, l’invasione delle cavallette mette a repentaglio la sopravvivenza di milioni di piccoli agricoltori. Le perdite in termini di raccolto sfociano in aumenti di prezzi dei generi alimentari, il che va a scapito del resto della popolazione. In sostanza, l’Etiopia è alle porte di una carestia. Anche l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, la FAO, lancia un allarme e richiede soccorsi immediati. Senza alcun intervento, durante la stagione delle piogge che si protrae da marzo a giugno gli sciami potrebbero moltiplicarsi fino a 500 volte tanto. Le locuste non sono una novità in Africa orientale, ma negli scorsi anni otto cicloni e le piogge torrenziali nelle zone interessate dalle nidiate sulla Penisola arabica hanno condotto a una proliferazione esponenziale.

 

Soccorso immediato necessario: Le famiglie dei piccoli agricoltori dipendono da organizzazioni di aiuto umanitario come SOS Villaggi dei Bambini nella lotta contro l’invasione delle cavallette. (©Reuters/Giulia Paravicini)

Soccorso immediato necessario: Le famiglie dei piccoli agricoltori dipendono da organizzazioni di aiuto umanitario come SOS Villaggi dei Bambini nella lotta contro l’invasione delle cavallette. (©Reuters/Giulia Paravicini)

 

 Lotta per la sopravvivenza: I collaboratori del governo e i piccoli agricoltori combattono contro le locuste con tutti i loro mezzi. (©FAO/Petterik Wiggers)

Lotta per la sopravvivenza: I collaboratori del governo e i piccoli agricoltori combattono contro le locuste con tutti i loro mezzi. (©FAO/Petterik Wiggers)

 

Il cielo tinto di nero: Sciami di cavallette del deserto oscurano il cielo etiope. (©FAO/Petterik Wiggers)

Il cielo tinto di nero: Sciami di cavallette del deserto oscurano il cielo etiope. (©FAO/Petterik Wiggers)

Responsabile del contenuto:

Erika Dittli

Sono un esperto dei diritti dei bambini dell'Etiopia, del Nepal e di tutto il mondo.

Informazioni sulla persona
indietro