To the top button

31.01.2020 Attualità SOS Villaggi dei Bambini Svizzera Tutti In tutto il mondo Aziende e organizzazioni umanitarie

  • Categorie
  • Regione

Cosa contraddistingue un partenariato sostenibile e duraturo? Markus Siegfried risponde a quattro domande sulla responsabilità sociale di un’azienda.

Per risolvere molti problemi di natura sociale, la società dipende dall’aiuto del settore privato. Il concetto di Corporate Social Responsibility (CSR), anche definita responsabilità sociale d’impresa, descrive il contributo volontario di un’azienda a uno sviluppo sostenibile, un contributo che prescinde dalle disposizioni giuridiche a cui l’azienda è soggetta. A tal fine, le aziende impegnate nel sociale si associano spesso con note organizzazioni umanitarie che dispongono dell’esperienza necessaria nel relativo campo d’interesse. Markus Siegfried è un vero e proprio esperto in materia, dato che è responsabile per i partenariati aziendali di SOS Villaggi dei Bambini Svizzera.

1. In termini di CSR, cosa contraddistingue un partenariato sostenibile?

Possiamo parlare di vero partenariato all’altezza degli obiettivi della responsabilità sociale d’impresa quando una collaborazione va al di là della beneficenza temporanea e viene inserita all’interno della strategia aziendale. Collaborazioni serie e durature di questo tipo non devono essere confuse con il cosiddetto greenwashing o whitewashing.

2. Cosa si intende per greenwashing o whitewashing?

Con il termine greenwashing o whitewashing si intende un’iniziativa di marketing a breve termine a sostegno di un’organizzazione umanitaria. L’iniziativa, però, non è radicata nella strategia aziendale, bensì viene utilizzata dall’azienda per migliorare la propria reputazione avvalendosi di un’organizzazione umanitaria, con l’obiettivo di stimolare le vendite oppure insabbiare o porre rimedio ad attività meno lodevoli. Le iniziative di greenwashing non hanno come obiettivo primario l’impegno sociale dell’azienda e non prevedono un partenariato alla pari.

3. Un esempio di partenariato sostenibile di SOS Villaggi dei Bambini è l’iniziativa «Swisscom Mobile Aid» con Swisscom. Ma come funziona?

Con l’iniziativa «Swisscom Mobile Aid» è possibile consegnare il proprio cellulare presso un punto di raccolta designato nei negozi Swisscom. I vecchi dispositivi mobili vengono inviati a un ente predisposto in Svizzera che, in base al loro stato di conservazione, li rigenera o li ricicla debitamente. I modelli rigenerati vengono messi in vendita e i proventi generati vengono devoluti ai progetti di SOS Villaggi dei Bambini. Si tratta di un partenariato lanciato sette anni fa e che si fonda in particolare sul legame fra impegno sociale e impegno ambientale.

4. Quali sono i vantaggi per le aziende che iniziano un partenariato con SOS Villaggi dei Bambini?

Un partenariato di lunga data condiviso dall’intera azienda e da tutti i collaboratori genera un impatto positivo sia all’esterno che all’interno: l’azienda si rende infatti più credibile nei confronti dei propri clienti e può posizionarsi come datore di lavoro attraente.

 

Qui trovate il punto di raccolta per il vostro vecchio cellulare più vicino a voi: swisscom.ch/mobileaid

 

Markus Siegfried, responsabile per i partenariati aziendali di SOS Villaggi dei Bambini Svizzera.

Markus Siegfried, responsabile per i partenariati aziendali di SOS Villaggi dei Bambini Svizzera.