To the top button

16.01.2020 Attualità Tutti Africa Amara sa come aiutarsi

  • Categorie
  • Regione

La storia di Amara è rappresentativa del successo del lavoro di SOS Villaggi dei Bambini ad Harar. Grazie al programma di sostegno al reddito,questa nonna particolarmente accorta ha aperto il suo negozio e riesce a provvedere autonomamente al sostentamento dei suoi due nipoti.

I genitori sono deceduti e l’unico parente prossimo in vita rimane la nonna. Un caso molto comune in Etiopia. Ed è anche il caso di Amara (58) e dei suoi due nipoti Tizita (5) e Birbane (8). A causa di un tragico incidente, questa nonna ha perso di colpo sua figlia e il genero, e i bambini entrambi i genitori. «Un dolore atroce, soprattutto per i bambini», sostiene Amara, «ma in fin dei conti non avevo tempo per affliggermi perché dovevo occuparmi del loro sostentamento.»

«Non abbiamo più bisognodell’aiuto di SOS Villaggi dei Bambini.» Tizita (5) e suo fratello Birbane (8) vivono con la nonna Amara (58).

Amara (58), nonna di Tizita e Birbane

Amara (58), nonna di Tizita e Birbane

Amara sapeva bene di non essere più in condizione di lavorare nei campi e, pertanto, di non poter conti-nuare gli affari del genero. Doveva cercarsi una nuo-va occupazione. Un suo vicino raccontò a un colla-boratore di SOS Villaggi dei Bambini la storia di Amara che, poco tempo dopo, ricevette una visita. «Prima di quel momento non sapevo un bel niente di SOS Villaggi dei Bambini. Ero sollevata dal fatto che ci fosse qualcuno disposto ad aiutarmi. Gli in-contri mi sono serviti molto», sostiene Amara. Al sostegno psicologico e alle sessioni di play therapy positive per i piccoli, si sono aggiunte sessioni di coaching per dirigere la propria attività nonché un corso di alfabetizzazione: «Chi avrebbe mai detto che alla mia età sarei stata in grado di imparare a leggere, scrivere e a fare i calcoli», afferma sorpresa.

 

«L’aiuto di SOS Villaggi dei Bambini è stato indispensabile non solo per me, ma anche e soprattutto per Birbane e Tizita. Sono certa che entrambitroveranno la loro strada.» Amara (58), nonna di Tizita e Birbane

Durante i corsi per diventare autonoma è stata inol-tre informata sui suoi diritti, ad esempio sulla pos-sibilità di chiedere ai rappresentanti locali della co-munità di installare una conduttura dell’acqua. Dato che nel frattempo aveva imparato a leggere ed era in grado di compilare il modulo richiesto, subito dopo il termine delle sessioni di coaching si è messa alla ricerca di un ufficio governativo per avviare la procedura. Amara ha dovuto sostenere parte dei costi per l’accesso alla rete idrica, scalando le spe-se sostenute dal finanziamento iniziale ricevuto da SOS Villaggi dei Bambini all’interno dei pro-grammi per l’incremento del reddito. Il denaro avanzato lo ha investito nell’acquisto di un frigori-fero usato, iniziando ben presto con la sua nuovissima idea commerciale: la vendita di acqua fredda. «L’idea mi è venu-ta durante una delle ore di training di SOS Villaggi dei Bambini presso il centro sociale.»

Il negozio ha avuto subito successo e Amara è stata in grado di ripagare velocemente il suo prestito. Vista l’efficacia del metodo, Amara ha deciso nel frattempo di ristrutturare casa sua e di realizzare un appartamento indipendente. L’affitto dell’appartamento le permette di avere un’entrata in più e la rende oggi comple-tamente autonoma. Amara è grata a SOS Villaggi dei Bam-bini: «L’aiuto di SOS Villaggi dei Bambini è stato indispen-sabile non solo per me, ma anche e soprattutto per Birbane e Tizita. Sono certa che entrambi troveranno la loro strada. Sebbene la morte dei genitori sia una ferita ancora aperta, i bambini vanno bene a scuola e vogliono lavorare in ambito medico, così da poter aiutare altri bambini.» Il sostegno di SOS Villaggi dei Bambini ha un effetto intergenerazionale. Tizita e Birbane hanno adesso un futuro e non hanno più bisogno di SOS Villaggi dei Bambini.

 

 

Tizita (5 ans) et son frère Birbane (8 ans) vivent avec leur grand-mère Amara (58 ans).

Tizita (5 ans) et son frère Birbane (8 ans) vivent avec leur grand-mère Amara (58 ans).