To the top button

22.07.2018 Attualità Programma di aiuti Tutti Lesotho SOS Villaggi dei Bambini di Maseru

  • Categorie
  • Paesi

Tsepo non ricorda i suoi genitori biologici. Sono morti quando lui era ancora in fasce. All’inizio il piccolo orfano ha vissuto con la zia disoccupata che non aveva mezzi per sostentarlo. Da quando si trova nel villaggio dei bambini SOS, Tsepo può recuperare ciò che la vita fino a questo momento gli ha negato: essere bambino. Ci racconta entu- siasta dei suoi giochi preferiti.

“Vivo nel villaggio SOS di Maseru nella casa nu- mero otto. La mia madre SOS si chiama Mamoe- ketsi. Siamo nove fratelli, tre maschi e sei femmine e io sono il più giovane. Sono felice nella famiglia SOS, specialmente quando nostra madre ci porta nuovi vestiti o giocattoli. Sono felice anche la domenica, quando dopo la messa c’è il mio piatto preferito: spaghetti con pollo. Poi ci sediamo tutti a tavola e parliamo. Nel villaggio abbiamo sempre molto a disposizione da mangiare, e stiamo molto meglio di altri bambini. Abbiamo anche doveri però: devo rifarmi il letto da solo e lavare i piatti. Il sabato puliamo insieme il villaggio dei bambini e raccogliamo tutta la spazzatura che c’è in giro.

La parte più bella nel villaggio è che dopo la scuola posso giocare nel grande parco giochi con i miei amici, però non mi piace quando ci sono bambini che litigano. Ci piace usare la bicicletta del villag- gio o arrampicarci sugli alberi. Adoro anche giocare con le biglie. Funziona così: con una moneta deci- diamo chi inizia, poi con la tua biglia devi cercare di colpire la biglia di un altro e, se ci riesci, l’hai vinta. Se invece non la prendi, tocca al prossimo gioca- tore. Per rendere il gioco più difficile ci mettiamo anche degli ostacoli, ad esempio dei sassi. Alla fine chi ha più biglie vince.

Io gioco sempre con Katlebo, il mio migliore amico da quando è arrivato nel villaggio dei bambini SOS. Ho anche molti amici a Tsenola, dove vive mia zia, non molto lontano. Ci vado sempre per le vacanze estive oppure per Natale e ci sono molti b bini di quel paese che frequentano la m scuola. Sono in quarta e quarta e prendo sempre bei voti. Le mie materie preferite sono Sesotho, perché è la mia lingua ma- dre, e matematica, perché mi piacciono i numeri e c’è poca teoria. Infatti facciamo tanti esercizi pratici da risolvere. Mamoe- ketsi mi aiuta con i compiti a casa.

Quando sarò grande, vorrei diventare un pilota. Gli aerei sono bellissimi. Il mio desiderio più grande è avere una bici tutta mia, perché nel villaggio dei bambini SOS condividiamo tutti la stessa bicicletta. Così potrò andare molto di più in bici”