To the top button

Le nostre direttive d’investimento

Nel marzo 2014 il consiglio di fondazione ha approvato il regolamento d’investimento che disciplina l’impiego e la gestione dei mezzi finanziari non necessari per l’esercizio in corso.

Campo d’applicazione

Il regolamento d’investimento definisce l’organizzazione e lo svolgimento dell’investimento patrimoniale. Ha quindi un’efficacia vincolante per tutti gli organismi, le persone e le ditte esterne a cui sono affidati l’organizzazione, lo svolgimento e il controllo dell’attività d’investimento. Obiettivi e principi del regolamento d’investimento si basano sugli statuti della fondazione. Il regolamento d’investimento integra e precisa le norme legali vigenti, gli statuti della fondazione e i suoi regolamenti. Le direttive d’investimento OPP2 e le disposizioni legislative in materia di sorveglianza definiscono il contesto di rischio.

Obiettivi d’investimento

L’investimento dei mezzi disponibili deve svolgersi nel rispetto dei seguenti principi e priorità:

  • Liquidità
  • Sicurezza
  • Redditività
  • Sostenibilità sociale e ambientale

Strategia d’investimento

La strategia d’investimento non è influenzata dai movimenti del mercato a corto termine e da valutazioni del mercato motivate dalla situazione. Gli organi della fondazione seguono l’evoluzione dei ricavi e del rischio in base alla conformità con gli obiettivi e verificano se cambiamenti specifici del mercato o dell’esercizio richiedono un adattamento della strategia.

  • Gli investimenti patrimoniali avvengono con investimenti liquidi, ben negoziabili e di elevata qualità.
  • Gli investimenti patrimoniali sono suddivisi in diverse categorie d’investimento, mercati, rami e settori.
  • Gli investimenti patrimoniali avvengono in investimenti che fruttano il massimo rendimento globale tenendo conto dei costi d’amministrazione.

 

Criteri positivi

Devono essere privilegiati gli investimenti individuali in aziende che, contestualmente alla loro attività, perseguono uno sviluppo integrale e sostenibile in ambito sociale ed ecologico e che sono state verificate con un’analisi professionale della sostenibilità in tali ambiti. In generale si persegue l’approccio best in class

Criteri negativi

Devono essere evitati gli investimenti individuali in aziende che, contestualmente alla loro attività soddisfano i criteri seguenti:

  • Violazione dei diritti umani, incl. diritti umani economici, sociali e culturali
  • Discriminazione delle minoranze
  • Sviluppo, produzione o commercio di armi
  • Gestione di centrali nucleari
  • Produzione o distribuzione di materiale pornografico
  • Produzione o distribuzione di tabacco e alcol
  • Conduzione disonesta degli affari
  • Aziende che sfruttano le risorse naturali

Organizzazione degli investimenti e responsabilità

I settori “Definire la strategia”, “Attuazione” e “Controllo” sono chiaramente separati e non sono assunti dalle medesime persone. Perciò il consiglio di fondazione è competente per la definizione della strategia, gli istituti finanziari per l’attuazione e il comitato di investimento per il controllo. Gli investimenti in titoli sono valutati secondo la norma sull’allestimento dei conti SWISS GAAP FER 21.