To the top button

SOS Villaggi dei Bambini Niger

Sebbene sia ricco di preziose risorse naturali quali uranio e petrolio, il Niger figura tra i paesi più sottosviluppati del mondo. Il settore agricolo ha serie difficoltà: solo il 15% del paese, la cui superficie è trenta volte quella della Svizzera, è utilizzabile per le coltivazioni. Ricorrenti catastrofi naturali e un’elevata crescita della popolazione si traducono regolarmente in crisi alimentari,  facendo sprofondare milioni di persone nella fame.  A ciò si aggiungono condizioni igieniche precarie, carenza di istruzione, un’elevata percentuale di AIDS/HIV e la minaccia della tratta di esseri umani.

La metà della popolazione del Niger ha meno di 14 anni, e come spesso accade i bambini sono il gruppo più vulnerabile della popolazione. Circa il 40 percento dei bambini sotto i cinque anni è sottopeso e presenta carenze. Molti minori sono vittime di violenza o devono sostenere finanziariamente la famiglia e nella maggior parte dei casi si arrabattano in strada cercando un lavoro, anziché frequentare la scuola. Con una media di 7,6 figli per donna, la popolazione nigeriana cresce come in nessun altro luogo al mondo. In una società dominata dagli uomini, le donne sono praticamente prive di voce, depauperate di qualsiasi potere ed escluse dal processo decisionale. Matrimoni forzati e di minorenni sono all’ordine del giorno: un terzo di tutte le ragazze di età inferiore ai 18 anni è costretto a sposarsi. Nel 1993 è stato aperto il primo villaggio SOS in Niger.

Il nostro lavoro in Niger

Assistenza e protezione  
  • Programma di rafforzamento familiare: per evitare la disgregazione delle famiglie, SOS Villaggi dei Bambini collabora a iniziative di prevenzione rivolte alle famiglie minacciate, fornendo loro competenze educative in ambiti quali comunicazione, salute e diritti.
  • Comitati per la protezione dei minori: i comitati per la protezione dei minori sono istituiti nei quartieri, nell’intento di garantire il rispetto dei diritti di minori sul lungo periodo. Lavorando in sinergia con le autorità preposte alla tutela dei bambini, si sostengono le vittime di abusi.
  • SOS Villaggi dei Bambini: nei villaggi SOS i bambini senza cure genitoriali ricevono un’assistenza come se fossero in famiglia e in una nuova casa.
Formazione  
  • École passerelle: coloro che hanno abbandonato la scuola vengono reintegrati nel sistema scolastico pubblico grazie alle cosiddette scuole passerella.
  • Infrastruttura per scuole pubbliche: migliori condizioni di apprendimento nelle scuole pubbliche grazie a forniture di materiale didattico, locali e libri
  • Formazione professionale per adolescenti: creazione di opportunità di accesso a qualifiche professionali per gli adolescenti, in settori quali lavorazione del metallo, tessile, falegnameria o agricoltura, in cui i giovani possono seguire un apprendistato.
Salute  
  • Accesso ad acqua pulita: costruzione di latrine e sistemi di rifornimento idrico
  • Corsi di formazione su temi quali alimentazione e igiene, svolti in collaborazione con centri sanitari
  • Gruppi salute locali
Incremento del reddito  

Gruppi di risparmio e di prestito: l’istituzione di gruppi di risparmio e di prestito consente di rafforzare reti di prossimità e di facilitare l’accesso ad aiuti finanziari. I corsi di formazione garantiscono una buona autodeterminazione e l’introduzione di misure che generano reddito. Queste iniziative migliorano nel lungo periodo la situazione dei redditi e garantiscono il sostentamento.

I nostri risultati

Attraverso l'école passerelle (anno scolastico per il reinserimento) mi sono allontanato dal lavoro per strada e posso recuperare la mia mancanza di conoscenze. Qui posso recuperare i contenuti di apprendimento mancanti e tornare a scuola normale dopo un anno. Mi piace molto imparare. 

Scuola invece del lavoro minorile, Oumarou, Maradi

Nel gruppo risparmio e prestiti, le famiglie ricevono un sostegno che consente loro di avviare un'attività in proprio. Da quando sono entrato, ho avuto abbastanza soldi per pagare il cibo e la scuola per i miei figli.

Gruppo di risparmio, Anama Djafarou, Niamey

Domande frequenti

Come si presenta in Niger la situazione scolastica dei bambini e degli adolescenti?  

La formazione è un diritto universale di tutti i bambini. Purtroppo i numeri relativi all’accesso all’istruzione e il suo livello qualitativo in Niger sono invece scoraggianti. Nelle zone rurali, dove vivono quattro quinti della popolazione totale, il tasso di scolarizzazione raggiunge appena il 70%, nelle città l’80. Solo circa la metà dei bambini conclude la scuola elementare. I motivi sono molteplici. In primo luogo, l’offerta formativa è inadatta ai figli delle famiglie nomadi o ai bambini con disabilità. In secondo luogo, le lezioni si svolgono talvolta in condizioni molto difficili, spesso in semplici capanne che impediscono l’attività didattica durante la stagione delle piogge. Mancano inoltre il materiale scolastico e insegnanti qualificati. Infine, molti genitori non sono in grado di mandare i figli a scuola per ragioni economiche.

Quali misure adotta SOS Villaggi dei Bambini per contrastare il basso tasso di formazione in Niger?  

Nel corso del 2017, SOS Villaggi dei Bambini ha aiutato 675 bambini e adolescenti della città di Maradi ad accedere all’istruzione, promuovendo, tra le altre cose, lezioni di sostegno per circa 500 bambini, la costruzione di aule resistenti alle intemperie per 82 piccoli e la formazione continua per 100 insegnanti. Tra le misure intraprese figura anche il sostegno finanziario al programma passerella, che prepara 42 bambini e adolescenti al reinserimento a scuola.

In che modo SOS Villaggi dei Bambini impedisce che le famiglie si disgreghino?  

Proteggiamo le famiglie in pericolo dalla disgregazione e, grazie all’approccio dell’aiuto all’autoaiuto, facciamo in modo che queste famiglie possano riacquisire autosufficienza per potersi prendere cura dei propri bambini. Consentiamo ai genitori di donare ai loro bambini prospettive concrete con le loro stesse forze. Ad esempio attraverso l’incremento del reddito, asili, servizi di consulenza e workshop.

Attuiamo misure volte al rafforzamento delle comunità, affinché queste si assumano la responsabilità dei bambini in stato d’emergenza, accolgano le famiglie e contribuiscano alla realizzazione di strutture sociali solide.

Che cosa rappresentano i villaggi dei bambini SOS?  

Nei villaggi dei bambini SOS i piccoli che hanno perso i genitori o che non possono più vivere con loro trovano una nuova casa permanente in un ambiente familiare. In media, circa 5-10 bambini e bambine di diverse età vivono insieme con una mamma SOS in una casa unifamiliare. Circa 10-15 famiglie di SOS Villaggi dei Bambini formano una piccola comunità.

I cosiddetti “quattro principi”, ossia la mamma SOS, i fratelli e sorelle, l’abitazione e il villaggio SOS, costituiscono la base e il contesto del nostro metodo lavorativo nei villaggi. Il principio più importante è la mamma, vale a dire la figura assistenziale che svolge il ruolo genitoriale della madre.

Altri paesi sui quali SOS Villaggi dei Bambini punta l’attenzione

Oltre al Niger il nostro lavoro si concentra sui paesi seguenti:

Con la vostra donazione aiutate in modo diretto ed efficace. Il vostro contributo verrà impiegato in un villaggio dei bambini per il sostentamento dei piccoli.

Dona ora

SOS Villaggi dei Bambini aiuta i bambini di tutto il mondo

Ciò che per noi è ovvio, non lo è per molti bambini del mondo: crescere al riparo da povertà, guerre o fame. La disgregazione delle famiglie ha conseguenze devastanti per i bambini e la società in cui vivono. Questi bambini vengono privati dei diritti all’assistenza di base, alla protezione, all’istruzione e alle cure mediche. Vengono trascurati, soffrono la fame e sono esposti a violenze e sfruttamento. SOS Villaggi dei Bambini si attiene a tutti questi punti.

Ecco come aiutiamo i bambini in difficoltà

Elemento cardine dei progetti SOS Villaggi dei Bambini è lo sviluppo a lungo termine di ciascuno di essi garantendo loro assistenza e protezione, salute e istruzione, in modo che una volta adulti possano affrontare le sfide della vita in autonomia. Per riuscirci creiamo per i bambini in difficoltà i requisiti necessari in un contesto familiare con relazioni affidabili e l’assistenza personale di specialisti impegnati.

L’impiego trasparente ed efficace dei fondi è assicurato ai donatori dalla certificazione Zewo