To the top button

Aiuti d’emergenza SOS
per la crisi coronavirus

In 136 paesi e territori, SOS Villaggi dei Bambini adotta ogni tipo di precauzione per proteggere bambini, ragazzi e collaboratori dal coronavirus.

Mentre qui da noi si discute di allentamenti delle misure restrittive e del ritmo delle vaccinazioni, al momento la pandemia di coronavirus sta colpendo l’India e il Nepal in modo particolarmente duro.

Gli ultimi dati parlano di quasi 380 000 nuovi contagi e più di 3600 morti al giorno: un andamento inesorabile. Le tragiche immagini delle cremazioni di massa, dei parenti disperati davanti agli ospedali sovraffollati e delle grida di aiuto degli ospedali per l’esaurimento delle riserve di ossigeno mostrano chiaramente quanto la situazione sia grave.

Solo con il vostro aiuto possiamo migliorare la situazione attraverso aiuti di emergenza e misure preventive.

 

Donazione immediata

Quindi ora aiutiamo

  • Assistenza ai bambini orfani: Aiutiamo i colleghi italiani, spagnoli e di tutta Europa che hanno istituito un programma di assistenza all’infanzia. Stiamo anche ampliando i nostri servizi di assistenza nei Paesi in via di sviluppo per i bambini che perdono i genitori a causa del virus.
  • Educazione e prevenzione: Formiamo i nostri assistenti SOS e informiamo le comunità per contribuire a contenere la diffusione del virus.
  • Assistenza di emergenza per le famiglie: sosteniamo le famiglie con prodotti alimentari e prodotti per l’igiene.
  • Aiutare le persone ad aiutare sé stesse: Aiutiamo i genitori a ricostruire i loro mezzi di sussistenza dopo la crisi e forniamo microcrediti.

 

Con la vostra donazione ci aiutate a sostenere i nostri programmi a livello globale. Grazie di cuore.

Aiutate adesso

 

Siamo in prima linea per gli aiuti, ma abbiamo bisogno del vostro supporto!

Nei momenti di crisi, sono spesso i più bisognosi a risentire maggiormente delle conseguenze. Anche i paesi più poveri dove operiamo contano sempre più casi di contagio da coronavirus. Mentre noi ci preoccupiamo degli scaffali vuoti al supermercato, in queste zone è in gioco la mera sopravvivenza. In molti di questi paesi l’assistenza medica di base è allo stremo, non vi è accesso all’acqua potabile, le persone sono ammassate in spazi estremamente ridotti e molti bambini orfani rischiano di perdere le uniche persone di riferimento, i loro nonni. Non possiamo abbandonare a sé stessi questi piccoli nella crisi che stiamo affrontando.

In questa situazione fuori dal comune dipendiamo particolarmente dalla vostra solidarietà e siamo grati per ogni singola donazione ricevuta, che ci consente di rimanere al fianco dei bambini che seguiamo durante la pandemia da coronavirus.

Continueremo a seguire con attenzione gli sviluppi dell’emergenza in tutti i paesi e i villaggi SOS e a informarvi sulla situazione e i suoi cambiamenti su questa pagina e sui nostri canali social media. In caso di domande potete raggiungerci all’indirizzo info@sosvillaggideibambini.ch oppure su Facebook, Instagram e LinkedIn.

SOS Villaggi dei Bambini Svizzera segue le raccomandazioni delle autorità svizzere: pertanto, attualmente tutti i nostri collaboratori lavorano da casa. Così facendo vogliamo continuare a impegnarci con la stessa passione nel nostro lavoro a sostegno dei bambini bisognosi anche in questi tempi difficili.

Le domande più importanti in sintesi

Quali sono gli effetti di COVID-19 sui bambini?  

COVID-19 è un nuovo virus e, per questo motivo, il numero di informazioni e di esperienze è ancora troppo ridotto per sapere quali siano effettivamente le conseguenze del contagio sui bambini. Sebbene il virus infetti tutte le fasce della popolazione, finora i bambini risultano essere meno soggetti alla malattia rispetto agli adulti. 

Come devono comportarsi i genitori e gli operatori assistenziali che riscontrano dei sintomi?  

Chi si prende cura di bambini che presentano sintomi di COVID-19 deve rivolgersi a un medico. Tuttavia, è importante ricordare che in molte parti del mondo tosse, starnuti e febbre possono anche essere sintomi di raffreddore o dell’influenza stagionale attualmente in corso. 

È importante non aspettare troppo e cercare aiuto per tempo, nonché evitare i luoghi pubblici per prevenire la diffusione dei sintomi e il contagio. Se un bambino mostra segni di malattia, la persona responsabile deve contattare in primo luogo una struttura sanitaria o un fornitore di prestazioni sanitarie ed eventualmente ricoverare i propri figli su parere medico. 

Come posso preparare mio figlio per evitare un’eventuale diffusione del virus?  

Ai bambini che continuano a frequentare l’asilo dovrebbe essere insegnato un buon comportamento in materia di igiene. Lavare spesso le mani, coprire bocca e naso con la piega del gomito quando si starnutisce o si tossisce e non toccarsi occhi, naso e bocca se le mani non sono state debitamente lavate sono solo alcune delle misure da spiegare loro per evitare una maggiore diffusione del virus. 

Come posso evitare che i miei bambini si spaventino?  

Trovate consigli utili sul nostro blog “Come spiego il coronavirus ai bambini?.

Come posso destreggiarmi tra lavoro e vita familiare a casa?  

Trovate consigli utili  sul nostro blog “Coronavirus: consigli per la vita quotidiana in famiglia”.