Uno dei Paesi meno sviluppati al mondo

SOS Villaggi dei Bambini opera in Nepal fin dalla fine degli anni ’60. Il lavoro dell’organizzazione è iniziato nelle vicinanze della capitale Katmandu. Il Nepal è uno dei Paesi più poveri del mondo e l’attività di SOS Villaggi dei Bambini è stata costantemente ampliata nel corso del tempo per venire incontro alle mutate esigenze dei bambini, dei giovani e delle famiglie.

 
La Repubblica federale democratica del Nepal è situata nella regione dell’Himalaya, nell’area meridionale dell’Asia, e confina a nord con la regione del Tibet e ad est, sud e ovest con l’India. Il Nepal ha una posizione geografica particolarmente affascinante – nel nord del Paese si trovano otto delle cime più elevate del mondo, tra cui anche l’Everest, la montagna più alta della Terra.

Solo un quinto della popolazione vive nelle zone urbane, sebbene sia attualmente in atto un rapido processo di urbanizzazione, con spostamenti di sempre più persone dalle regioni rurali svantaggiate alle città.

Oltre la metà della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà internazionale di 1,25 US$ al giorno. Circa il 78 percento delle persone sono costrette a cavarsela con meno di due US$ al giorno. La disoccupazione è molto elevata (46 percento), ma secondo le stime sono molte di più le persone sottoccupate. Molti nepalesi sono emigrati alla ricerca di un lavoro e inviano denaro alle loro famiglie rimaste in patria. Queste rimesse di denaro rappresentano un importante contributo per l’economia nepalese.

Dal punto di vista demografico, la combinazione di un elevato tasso di fertilità e di una bassa aspettativa di vita (66 anni) fa del Nepal un Paese decisamente giovane. Le persone in Nepal hanno solo il 17 percento di probabilità di invecchiare oltre i 40 anni. A causa della diffusa povertà e della mancanza di accesso al sistema sanitario, ogni anno migliaia di persone muoiono per denutrizione e malattie contagiose. Anche l’HIV/Aids rappresenta un problema tendenzialmente in crescita; nel 2009, 64‘000 persone sono decedute per questa malattia. Povertà, analfabetismo, discriminazioni e pregiudizi di carattere sessuale e il basso livello di formazione contribuiscono alla diffusione della malattia.
  • La condizione dei bambini

    Negli ultimi decenni il numero dei bambini senza assistenza parentale o che rischiano di perderla è ulteriormente aumentato. Ciò è dovuto a diversi motivi, tra l’altro a disordini politici (che sfociano sovente in veri e propri conflitti armati), l’alto tasso di povertà e la diffusione dell‘HIV/Aids. Per saperne di più...
  • Il lavoro di SOS Villaggi dei Bambini

    Attualmente in Nepal vi sono nove villaggi dei bambini SOS, otto istituzioni per la gioventù SOS, otto scuole SOS Hermann-Gmeiner, tre centri SOS di formazione professionale, otto centri sociali SOS con i relativi programmi di rafforzamento famigliare e un centro medico SOS. Per saperne di più...