I grandi problemi dell’Aids e HIV

Più di qualsiasi altro Paese della regione, il Lesotho, monarchia costituzionale, è confrontato con una grave epidemia di HIV/AIDS. Quasi 130 000 bambini hanno perso i genitori a causa di questa malattia e la loro sopravvivenza dipende largamente dalla possibilità di assicurare loro protezione e aiuto. SOS Villaggi dei Bambini si adopera nel Lesotho fin dagli anni ’80 in quest’opera di sostegno di bambini e giovani in gravi difficoltà.

 
Il Lesotho, monarchia costituzionale, è un’enclave della Repubblica del Sudafrica. Dal punto di vista topografico, una gran parte del Paese è costituito da un altopiano montuoso. La popolazione totale del Lesotho è di circa 1,9 milioni di persone, 220'000 delle quali vivono nella capitale Maseru.
Il Lesotho ha un livello di povertà relativamente elevato – secondo il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), quasi la metà della popolazione vive in uno stato di totale indigenza. Sebbene il PIL pro capite sia molto più alto rispetto a quello di molti altri Stati africani, le forti diseguaglianze nella ripartizione del reddito continuano a costituire un grande problema. Un gran parte dei beni del Paese è concentrata nelle mani di una piccola minoranza.

Negli ultimi anni il Paese ha continuato inoltre a perdere posizioni nella speciale classifica dello Human Development Index (HDI) allestita dalle Nazioni Unite. Il drastico calo delle rimesse di denaro da parte dei lesothiani che vivono in Sudafrica ha accentuato lo stato di miseria di migliaia di abitanti delle zone rurali. La maggior parte dei lesothiani all’estero lavoravano nelle miniere. A causa del diminuito fabbisogno di manodopera, molti hanno fatto ritorno in patria, senza però trovare un’occupazione. La quota delle rimesse di denaro, che negli anni ’80 era pari al 60 percento del PIL, nel 2005 era scesa a circa il 20 percento.

La povertà è ampiamente diffusa soprattutto nelle zone rurali aride del Lesotho, dove vive circa il 70 percento della popolazione del Paese. Per più della metà della popolazione, la fonte principale di reddito è costituita dall’agricoltura; in questo settore viene conseguito ca. il 17 percento del PIL. Sono soprattutto le donne e i nuclei famigliari gestiti da donne a soffrire dell’elevato livello di povertà. Il 15 percento dei lesothiani sono sottoalimentati: per loro è molto difficile consumare pasti regolari. Anche la mancanza di acqua potabile rappresenta nelle regioni rurali del Paese un grosso problema – ca. il 20 percento delle persone non hanno accesso all’acqua potabile. A causa delle cattive condizioni igieniche e della mancanza di acqua potabile, possono diffondersi facilmente una serie di malattie infettive.

L’elevato tasso di prevalenza di HIV/Aids rappresenta il più grande problema dell’assistenza sanitaria

Il Lesotho presenta uno dei più elevati tassi di prevalenza di HIV/Aids a livello mondiale e questa malattia è diventata il maggior problema della salute pubblica. Il 23,6 percento della popolazione è infettata dal virus e questa percentuale comprende ben 28‘000 bambini. Dal 2007 il numero complessivo delle infezioni è ulteriormente aumentato dello 0,4 percento. Poiché la malattia colpisce per lo più persone all’apice della loro attività lucrativa, HIV/Aids costituiscono oggi anche un delicato problema economico.
  • La condizione dei bambini

    In Lesotho vivono più di 200 000 orfani, 130 000 dei quali hanno perso uno o entrambi i genitori a causa dell‘AIDS. Molti bambini risentono in modo particolarmente pesante delle conseguenze di questa malattia. Per saperne di più...
  • SOS Villaggi dei Bambini in Lesotho

    Attualmente in Lesotho vi sono due villaggi dei bambini SOS, un’istituzione per la gioventù SOS, due asili infantili SOS, una scuola SOS Hermann-Gmeiner, due centri sociali SOS (programma di rafforzamento famigliare) e un centro medico SOS. Per saperne di più...