Giornalmente attivi a favore dei bambini in fuga

Ogni quarta persona in fuga è un bambino. Il 20 giugno è la giornata mondiale del rifugiato, ma SOS Villaggi dei Bambini si adopera quotidianamente nella cura e nella protezione di bambini in fuga e si impegna a far restare unite le famiglie di profughi.
Due bambini siriani in un campo profughi

Attualmente SOS Villaggi dei Bambini sostiene persone in fuga in 14 paesi con programmi di soccorso d’urgenza: in Siria, Irak, Ucraina, Niger e nella Repubblica Centrafricana a causa di conflitti armati e scontri politici. Sulle rotte dei profughi in Grecia, Italia, Macedonia, Serbia, Armenia, in Libano e in Ungheria. In Colombia e Perù SOS Villaggi dei Bambini invece sostiene le famiglie che hanno perso tutto a causa di gravi tempeste. Il soccorso d’emergenza consiste tra l’altro nella distribuzione di derrate alimentari e prodotti igienici, nel dare sostegno psicologico o accoglienza in centri d’emergenza diurni, dove i bambini traumatizzati trovano strutture regolate e un po’ di distrazione.
 

Bambini in fuga nel 2016

Please enter a caption

 

  • 386‘600 minori in cerca d’asilo sono arrivati in Europa (statistica: Eurostat, febbraio 2017)
  • 63‘300 minori non accompagnati hanno richiesto asilo in EU (Eurostat, maggio 2017)
  • Più di 98‘000 bambini sono arrivati in Europa dalla Grecia, Italia, Spagna e Bulgaria (UNHCR*, febbraio 2017)
  • 33‘400 minori non accompagnati e separati dalle loro famiglie sono arrivati in Europa attraverso la Grecia, Italia e Bulgaria (UNHCR, 11 gennaio 2017)
  • da gennaio a marzo 2017 di 4 profughi 1 è un bambino (UNHCR, 10 aprile 2017)

* United Nations Human Rights Council