Perché dovrei fare un testamento?

Le regolamentazioni legali sono sufficienti se intendete prendere in considerazione solo gli eredi legittimi e non avete alcun altro desiderio personale. Non appena volete stabilire in modo vincolante chi e come deve essere favorito, un testamento è tassativamente necessario.

Frieda Müller: «Il mio impegno continuerà anche quando io non ci sarò più.»

Se ritenete possibile tenere presente SOS Villaggi dei Bambini nel vostro testamento, vi diamo alcune informazioni sulle possibilità che avete a disposizione.


Esempio di un testamento olografo senza eredi legittimi.

Il testamento olografo

Il testamento olografo è la forma più semplice per stabilire in modo vincolante i vostri desideri. La disposizione testamentaria olografa va scritta integralmente a mano dal disponente (testatore), incluse le indicazioni dell’anno, mese e giorno della stesura e la relativa firma. Devono inoltre essere perfettamente comprensibili, senza alcun ombra di dubbio, la sua identità e la sua volontà. Di tutti gli eredi e delle persone o istituzioni beneficiate devono essere indicati, nel modo più completo possibile, nome e indirizzo.

Il testamento pubblico

Il testamento pubblico deve essere autenticato da un pubblico ufficiale – in genere da un notaio – in presenza di due testimoni capaci di agire. Né i testimoni né il pubblico ufficiale possono essere parenti stretti del disponente (testatore) o essere considerati nel testamento.

Conservazione e modifica, risp. revoca

La cosa migliore da fare è di lasciare gratuitamente in deposito il testamento olografo o pubblico presso il vostro Comune di domicilio. Nel rispetto delle forme stabilite, il testamento può essere successivamente modificato, revocato o distrutto in ogni momento.